I post del blog

BDSM e sesso Bondage. I consigli di Davide La Greca a curiosi e neofiti

BDSM e sesso Bondage. I consigli di Davide La Greca a curiosi e neofiti

Hot Sex

BDSM e sesso Bondage abitano le fantasie sessuali più di quanto si creda e sono gli insospettabili a subirne maggiormente il fascino. Ne ho avuto prova proponendo un sondaggio ai miei contatti Fb, da cui è emerso che fra gli interessi e le curiosità erotiche il sesso BDSM è sul podio insieme a sex toys e sesso di coppia.

BDSM e sesso BondageMa quanto ne sappiamo davvero di pratiche sadomaso o fetish e del rapporto di dominazione e sottomissione? Quanto resta sul piano della sola fantasia e quanto viene replicato in camera da letto, prendendo magari spunto da filmetti hollywoodiani o dal porno? La mia impressione è che la tendenza ad emulare certe forme di sesso estremo sia una tentazione per molti, ma che etica e rischi del BDSM e del sesso Bondage siano ancora piuttosto ignorati o sottovalutati.

Allora, spero di fare cosa gradita a tanti con questa intervista a MaestroBD. Con lui toccherò l’argomento da più lati, vedendo quali sono le pratiche BDSM con cui iniziare, come fare sesso Bondage sicuro, quali sono i rischi del sadomaso improvvisato, più altri aspetti del sesso kinky. Prima, però, voglio presentare Davide La Greca a chi non lo conosce ancora.

Chi è Davide “MaestroBD” La Greca

Davide La Greca, noto anche come MaestroBD, è nella rosa dei migliori insegnanti italiani di Bondage e Shibari. È uno che pratica da decenni l’arte orientale delle legature, mescolandola allo stile occidentale. Ha studiato con i maggiori maestri giapponesi di Kinbaku e tiene performance in Italia ed Europa, alternando l’attività di resident rigger in molti play party italiani a quella di insegnante nel suo Shibari Dojo di Roma, Pavia e Treviso.

MaestroBD ha raccolto tutta l’esperienza fatta finora in Bondage – Manuale pratico per iniziare, libro dedicato ai suoi allievi e a chiunque voglia imparare l’arte dello Shibari e della legatura con corde. Insomma, non potevo scegliere referente migliore per parlare di BDSM e sesso Bondage.

BDSM e sesso Bondage. Che cosa sono davvero?

L’acronimo BDSM è ormai di uso comune, ma non tutti ne conoscono il reale significato. Soprattutto si ignora che sotto questo concetto convivono tante forme diverse di sessualità detta alternativa e vista in contrapposizione alla sessualità tradizionale. Il BDSM è inserire nella coppia, insieme all’affidarsi all’altro, anche la fantasia e la sperimentazione di sensazioni vicine alla sessualità, come il dolore e la costrizione.

È vivere le proprie fantasie, spesso considerate estreme, in un ambito di consenso informato e di condivisione con il partner. E scoprire che dietro un gesto forte si nasconde un’emozione ancora più forte. Quindi, è vivere in pieno le proprie pulsioni e lasciarsi andare completamente alla passione, superando le barriere del pensiero comune.

BDSM e sesso bondage

In molti casi il BDSM diventa una ricerca nella propria psiche, una scoperta di sè affrontando quei lati oscuri e meno battuti della mente umana, accettando le parti di noi di cui ci vergogniamo o che nascondiamo pubblicamente. Il Bondage è parte integrante di questo modo di intendere la sessualità e lo rappresenta usando la corda come strumento primario.

La parte che nell’opinione comune spesso si perde è la più importante. Il fatto, cioè, che  BDSM e sesso Bondage si svolgono solo tra partner adulti e consenzienti, che hanno prima esplorato e concordato limiti e pratiche. Partner, quindi, che si preoccupano sempre della reciproca sicurezza, donandosi un’attenzione superiore alle necessità reciproche, perché molte pratiche sono rischiose e vanno affrontate con intelligenza e competenza.

Secondo te perché i giochi di dominazione e sottomissione risultano attraenti?

La dominazione è uno scambio di potere: una persona si sottomette volontariamente a un’altra che altrettanto per scelta ne prende il controllo e la responsabilità. In questo scambio vengono a galla aspetti della nostra personalità che si amalgamano a quella del partner. Diventa, perciò, una sinergia tra spiriti affini che costruisce l’eccitazione.

Ascoltando i racconti di tante persone che hanno vissuto un’esperienza d/s, sia con me che con altri, sento spesso il concetto di accettazione di una parte di sé. Come se sottomettersi o dominare facesse emergere una parte sommersa della nostra personalità che comincia ad esprimersi grazie a quell’esperienza.

BDSM e sesso bondageQuindi, un rapporto dom/sub è possibile fra chiunque?

Assolutamente no. Che la dominazione funzioni dipende sempre dal rapporto che si crea: sono indispensabili un’estrema fiducia, una profonda compatibilità e la sintonia tra due persone. L’attrazione è verso qualcosa che ci libera dal quotidiano, dalle regole del vivere sociale, che restituisce al sesso la sua aura di straordinario. BDSM e sesso Bondage ci rendono unici nel momento in cui viviamo una parte di noi stessi che non vogliamo e – soprattutto – non siamo tenuti a mostrare al mondo.

Scegliere di inginocchiarsi ai piedi della persona che abbiamo deciso di chiamare “padrone” è un atto liberatorio. Ma bisogna possedersi in toto per donarsi a qualcuno. Accettare questo gesto significa dare allo slave tutta la nostra attenzione in quel preciso momento e renderla speciale. Perché dominare significa creare un legame forte con chi ci si affida.

Giochi e pratiche BDSM per principianti. Che consigli dai a chi è all’inizio?

Vorrei che questo punto fosse chiaro: ancor prima di praticare è essenziale informarsi, leggere, chiedere e parlare, perché bisogna crearsi una base di conoscenza che ci permetta di affrontare i passi successivi in maniera consapevole. Le informazioni su BDSM e sesso Bondage sono, tra l’altro, tutte a disposizione su libri, siti online e social. Anzi, al momento la difficoltà sta nel divincolarsi tra la massa di informazioni spesso inutili o addirittura fuorvianti presenti nella rete.

Il secondo consiglio che do è scoprire quali pratiche sono più affini alle proprie fantasie, visto che nel BDSM ci sono centinaia di pratiche e di giochi che si possono sperimentare.
Molti sono praticati anche nel quotidiano sesso di coppia, come la sculacciata o bloccare le mani del partner, altri richiedono costose attrezzature e una preparazione complessa. La differenza la fa lo spirito con cui le si vive e la consapevolezza.

BDSM e sesso bondage

Se devo scegliere due pratiche con cui iniziare, l’immobilizzazione a letto e il flogger sono le due che sceglierei. La prima dà al dom il controllo assoluto sul partner inerme e al sub la sensazione di essere completamente in sua balia. La seconda ci fa conoscere il confine tra dolore e piacere senza essere troppo impegnativa. Il passo più importante in assoluto è e resta trovare un partner adeguato e affidabile.

Che suggerimenti dai sulla ricerca del partner?

Per le coppie si tratta di sperimentare assieme ed è la cosa più serena: si studia, si fanno esperienze, si parla, si comunica e si cresce insieme. Invece se siete single la ricerca del partner va valutata con attenzione: conoscete la persona, trovatene una compatibile con voi, incontratela prima di una sessione di BDSM e preferibilmente non da soli. Regola che vale anche per i Dominanti. Per questo esistono tanti eventi sociali di incontro nell’ambiente BDSM: per dare la possibilità di conoscersi come individui, prima di metterci in una condizione così intima e rischiosa come una sessione.

Puoi descrivere, a chi vuole sperimentare, due tecniche per legare il partner?

Trovo impossibile spiegare due tecniche così in un articolo. Il Bondage è una pratica molto rischiosa e chi vi si approccia dovrebbe prima di tutto studiare come farla in sicurezza, prima ancora di prendere le corde in mano. È fondamentale conoscere i rischi. Sapere dove le corde possono o non possono andare, quali strumenti avere per tagliarle in caso di emergenza o anche semplicemente cosa fare se qualcosa va storto sono i primi passi da fare.

Per chi vuole imparare a legare ormai ci sono corsi in tutta italia o libri didattici da cui apprendere la sicurezza e le prime basi con cui giocare. Non servono tante lezioni per imparare a legare il partner al letto, mentre per arrivare alle legature che si vedono spesso sul web servono anni di studio e pratica.

Fra gli accessori per soft Bondage, invece, quali suggerisci a chi è alle prime armi?

Le forbici. Ovvero: pensate innanzitutto a come liberare il partner immediatamente se qualcosa va storto. Per il soft bondage in realtà suggerisco degli strumenti come le manette in velcro, che sono delle fasce in tessuto con la chiusura in velcro, morbide e sicure perché si aprono con un semplice gesto. Per chi ama il cuoio e l’iconografia più forte le polsiere imbottite, per lo stesso motivo. Con questi strumenti è possibile sperimentare l’immobilizzazione e prendere il controllo del partner con il minimo sforzo.

BDSM e sesso bondage

Sicuro, sano e consensuale. Ci elenchi i principi per BDSM e sesso Bondage senza rischi?

Senza rischi è un’utopia. Il BDSM e il Bondage sono pericolosi, si mette il corpo e la psiche in situazioni in cui la possibilità che qualcosa vada nella maniera sbagliata è sempre presente. È come andare in macchina a 130 Km/h in autostrada: il rischio che ci sia un guasto o qualcosa sulla strada o un vecchio in terza corsia a 60 Km/h lo avrai sempre. Un concetto che è chiaro a tutti coloro che usano un’automobile. Lo stesso deve essere per altri aspetti della vita tra cui il BDSM.

Sano Sicuro e Consensuale è un motto degli anni ‘60 e vale come utopia a cui aspirare, non come reale percorso. Indica che qualsiasi cosa facciamo deve prima essere concordata e accettata da entrambi (Consensuale), avere la massima attenzione che il rischio di danno sia minimo (Sicura) e che non metta la nostra mente e la nostra psiche in situazioni stressanti o dannose per la nostra vita sociale (Sano). Quindi scordiamoci il rischio zero e accettiamo il massimo rischio che siamo disposti a correre.

I pericoli del sesso con costrizioni e legature. Ce ne parli e come vanno evitati?

Per ridurre i rischi delle legature il primo passo è la conoscenza e l’affrontarle con il rispetto che si dedica alle attività pericolose. I fattori di rischio del Bondage sono divisi in 3 categorie: fisico, mentale e sociale.

  • I rischi fisici sono quelli di danneggiare o bloccare il normale funzionamento del corpo con particolare attenzione alla respirazione, alla circolazione e al sistema muscolo-scheletrico e nervoso. Poiché le corde comprimono, dobbiamo fare in modo che non fermino mai né l’afflusso dell’aria, né la circolazione sanguigna, e che non danneggino parti vitali del corpo.
  • I rischi psicologici sono più sottili ma altrettanto forti. Attenzione a non spingersi mai oltre quanto siamo disposti a sopportare. In questo caso, la comunicazione con il partner è fondamentale e fa in modo da fermarsi in qualsiasi istante o anche solo garantire un attimo di pausa. Le corde sono un’attività emozionante dentro la quale è facile perdersi.
  • Socialmente bisogna stare attenti, perché per quanto BDSM e sesso Bondage stiano entrando nell’immaginario collettivo anche come espressione artistica, fanno sempre parte di un mondo sottoposto a stigma sociale. Quindi, attenzione a quanto si mette in mostra, vagliando le scelte in base alla nostra posizione sociale e a quanta voglia si ha di esporsi. Non raccontiamo in giro come facciamo sesso a letto. Allo stesso modo non raccontiamo di quanto ci piace legare o farci legare.

bdsm e sesso bondage

Quali persone dovrebbero evitare il BDSM e il sesso Bondage? E perché?

Chiunque può fare BDSM o Bondage, se si conoscono esattamente le sue condizioni fisiche e mentali e se si tiene conto di tutto ciò nella pratica. L’importante è non voler fare cose non idonee. Non è necessario sospendere qualcuno per forza, per fare un esempio. Le emozioni sono anche in una semplice legatura dei polsi, se fatta con passione.

Fisicamente, tranne nel caso di patologie invalidanti, in cui circolazione, respirazione o il sistema nervoso e muscolo-scheletrico non sopporterebbero le sollecitazioni, è possibile praticare BDSM, soprattutto perché il grosso è mentale e sociale: un viaggio dentro di noi, insomma. Con le corde, per entrare nello specifico, l’importante é fare cose idonee alla persona che vi si pone dentro. Se ci sono problemi precedenti, si costruisce una immobilizzazione adatta alla problematica.

 

Sì, ma ci sono casi in cui è meglio lasciar perdere?

Un vero limite è la condizione mentale. Chiunque non abbia un equilibrio personale in grado di discernere i propri limiti e gestire se stesso, dovrebbe evitare di entrare in questo mondo.
Il BDSM è affidarsi a un altro, ma per affidarci dobbiamo essere in grado anche di proteggerci. Quindi, se non siamo in grado di dire “FERMATI” in un momento in cui la situazione è eccessiva, non siamo in grado di fare il sottomesso.

Per i Dominanti ancora di più serve essere stabili e in grado di affrontare lucidamente le situazioni. Siamo noi a tenere lo strumento in mano. E se non siamo capaci di fermarci quando ci viene tolto il consenso o quando riconosciamo di aver raggiunto il limite del sub, non siamo in grado di vivere il BDSM.

Concludendo, Davide?

Concludendo dico che fare BDSM o Bondage significa costruire con il partner un percorso di emozioni, piacere e sessualità. Significa esplorare se stessi e andare dentro la parte oscura del piacere. Il mio consiglio è semplice: fatelo responsabilmente e cercate di trarne il massimo godimento.

About the author

Adult copywriter e webwriter, mi occupo di scrittura per il settore Adult & Sex. Scrivo articoli Seo oriented per sex blog, testi ottimizzati per siti di Adult Club, schede prodotto e pagine web per sexy shop. Anche, non solo, soprattutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *