I post del blog

Blog di sexy shop. Il 1° grosso errore da evitare

Blog di sexy shop. Il 1° grosso errore da evitare

Senza categoria

Sono tanti gli errori che un sex writer o un Adult copywriter deve evitare quando gestisce un blog di sexy shop. Primo fra tutti quello di mischiare contenuti b2c con contenuti b2b. Giorni fa ho toccato l’argomento con un consulente web e ora voglio approfondirlo. Ascoltami bene, perché la faccenda è interessante.

Blog per sexy shop con target differenti

C’è un blog di sexy shop da gestire. Il sexy shop, però, è sia online che offline. Il suo sito web, inoltre, si rivolge a chi vuole acquistare sex toys sul web e a chi vuole aprire un sexy shop con punto vendita in franchising.

Ti chiedo: nel blog di questo sexy shop posso pubblicare articoli b2c insieme ad articoli b2b? In fondo, il sito si rivolge già a due tipi di target differenti: consumatori e potenziali affiliati. Allora, perché non avere un solo blog per entrambi i pubblici per convertire due piccioni con una fava? Ti rispondo: perché sarebbe un grosso errore. E ti spiego anche i motivi.

Gli obiettivi di un blog per sexy shop

A che scopo inserire un blog sul sito di un sexy shop online? Per ottenere almeno 3 vantaggi, la cui sintesi è: vendere sex toys e ogni altro prodotto in catalogo ai consumatori. Ci troviamo, quindi, nell’ambito del b2c. Nel caso del sexy shop preso in esame ci siamo, perché il suo blog può servire ad acquisire nuovi clienti e fidelizzarli con una serie di contenuti b2c.

Qual è l’obiettivo di un blog di sexy shop che propone un’attività in franchising? Acquisire i contatti di chi è interessato a un business. Dal b2c passiamo, quindi, al b2b. Già a questo livello si propone un primo problema. I contenuti prodotti per vendere un sex toy sono come quelli prodotti per vendere un’attività commerciale offline? No.

E c’è di più. Il tone of voice aziendale è lo stesso per consumatori e per imprenditori (o commercianti)? No. Gli argomenti di un sex blog sono gli stessi di un blog a vocazione business? No. Una relazione commerciale è come una relazione di fiducia col consumatore? No. Capiamoci meglio.

piano editoriale sex blog

Pertinenza e coerenza dei contenuti. Emozioni vs dati

Immaginiamo un unico blog di sexy shop diretto a consumatori finali e a chi vuole intraprendere un business. Come saranno, in questo caso, i contenuti? I contenuti del content marketing b2c saranno sì informativi, ma di natura emozionale. Quelli per b2b, invece, saranno sì informativi ma più razionali perché offriranno dati, statistiche, indagini di mercato, tratteranno di capacità di investimento, ROI e via dicendo.

Chi acquista un sex toy o della lingerie sexy vuole dare e provare piacere. Vuole sentirsi ed essere più desiderabile o eccitante. Vuole oggetti che rendano il sesso più divertente o complice o migliore, sia in coppia che da soli. Si bada, certo, ad alcune specifiche tecniche di gadget e abbigliamento, ma la scelta avviene sulla base di una promessa di piacere. I contenuti dovranno rispondere a queste esigenze.

 

Chi apre un sexy shop offline in franchising vuole redditività e garanzie di competitività. È attento alla riduzione dei costi e ci pensa un bel po’ prima di investire i suoi soldi in attività che non forniscono una precisa percentuale di ROI. Quindi, in un blog di sexy shop b2c e b2b insieme non ci sarebbe coerenza e pertinenza di contenuti. Pensa, poi, a chi fa una ricerca online su Come avviare un franchising redditizio e si ritrova fra guide ai lubrificanti anali o articoli dedicati alla stimolazione del clitoride. Ohibò!

Diversi target, diversi tone of voice

La comunicazione di marca non può prescindere dal tono di voce aziendale, che esprime l’identità dell’azienda, i suoi valori e le sue credenze. Il tono of voice, poi, deve saper parlare al target utilizzando il suo stesso vocabolario.  I tone of voice dei sex blog possono essere molteplici. Quale ironico, quale amichevole e raffinato, quale confidenziale o più sbarazzino. Ma tutti dovrebbero esprimere la prossimità della marca al consumatore, coinvolgendolo con termini e frasi emozionali.

Il tone of voice di un blog dedicato al business? Colloquiale sicuramente, per non apparire distaccati. Ma nel lessico e nei vocaboli devono prevalere espressioni attinenti agli affari: guadagno, clausole contrattuali, budget per avviare l’attività e via discorrendo. È bene mischiare due diversi toni di voce in uno stesso blog o l’azienda rischia di mostrarsi con due identità differenti? A te la scontata sentenza.

tono di voce aziendale sex toys

La relazione col target. Business vs Fiducia

Un blog di sexy shop è uno strumento che deve contribuire a creare un rapporto di fiducia con i propri clienti. È uno spazio che aiuta la vendita per vie traverse, senza mai spingere all’acquisto. Eccolo, allora, riempirsi di articoli, infografiche, video che danno informazioni utili. Che rassicurano sull’uso di oggetti erotici. Che educano sul sesso, su certa pornografia, sulle relazioni sessuali in genere. È così che il lettore prende a fidarsi e a comprare una o più volte.

Quale fiducia acquista un lettore di sex blog se accede a contenuti in cui diventa palesemente una fonte di guadagno? Pensa tu a leggere un blog in cui da un lato l’azienda ha cura di te e dall’altro ti propone ai suoi affiliati come target per un business. Non rischi uno sdoppiamento di personalità con presa in giro annessa?

Teniamoli separati il b2c dal b2b, anche nei blog di sexy shop. Ne va della credibilità dell’azienda, delle vendite online e dell’acquisizione e fidelizzazione dei consumatori finali.

Un sexy shop può avere un blog b2b sul sito?

Quindi, per concludere, un sexy shop non può avere un blog b2b sul suo sito web? Non ho detto questo. Dico che un solo blog per differenti target, differenti processi di conversione e differenti finalità di business è meglio evitarlo.

E dico anche che un blog non sempre è necessario in una strategia di Lead Generation. Come nel caso del nostro sexy shop che propone attività in franchising. Ho sparato una baggianata o sei d’accordo con me? Aspetto la tua opinione.

About the author

Adult copywriter e webwriter, mi occupo di scrittura per il settore Adult & Sex. Scrivo articoli Seo oriented per sex blog, testi ottimizzati per siti di Adult Club, schede prodotto e pagine web per sexy shop. Anche, non solo, soprattutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *