I post del blog

Burlesque, eros e sensualità. Intervista a Roby Roger

Burlesque, eros e sensualità. Intervista a Roby Roger

Hot Sex

Io e Roby Roger – alias Roberta Della Volpe – siamo amiche da anni. E da amiche ci siamo fatte una chiacchierata in chat una sera, parlottando di come intendiamo l’eros, la sensualità femminile e le relazioni sentimentali nell’epoca dell’autoesposizione a tutti i costi. Parlottando parlottando, m’è poi venuta l’idea di fare a Roby delle domande più dirette e di pubblicare il suo punto di vista che è quello sì di una donna, ma anche di una performer di burlesque.

A Roby Roger si addice, quindi, il mondo dei lustrini e dell’erotismo ironico, quello ammiccante e teatralizzato dello striptease parodistico. Uno striptease che pur essendo parodia e burla rimane comunque spogliarello, esibizione di una nudità e per giunta di un nudo femminile. Chi più di lei può dircela tutta su come una donna che si spoglia davanti a un pubblico vive la propria sensualità, le sue relazioni sentimentali e pure le critiche altrui? 

Roby, partiamo dal tuo burlesque: raccontami quando hai iniziato e perché 

In realtà nasco come graphic designer e illustratrice, ma mi sono avvicinata al burlesque per interesse iconografico realizzando WOW!, un progetto in costante aggiornamento dedicato a questo splendido mondo (chi vuole curiosare fra i miei lavori, può fare un giro nel profilo Instagram di WOW!). Col tempo, essendo anche una danzatrice orientale, è stato spontaneo approdare all’arte del burlesque diventando anche una performer, mettendo quindi in relazione arti visive con arti performative fino a fondare, insieme alla mia collega e amica Fanny Damour, “Burlesque Cabaret Napoli”, il primo collettivo di burlesque cabaret del sud Italia. Saremo finalmente in scena dal vivo per il “Campania Teatro Festival” l’1 e il 2 luglio 2021 nella splendida cornice del Bosco di Capodimonte a Napoli.

burlesque roby roger intervista
Ph. Giuseppe Barbato

Dalla tua prospettiva di performer quanto è sensuale e quanto è sessuale il burlesque?

Il burlesque è sensualità e, perché no, eros puro, anche se sono il gioco e la pantomima a farla da padrone. La sessualità espressa è sempre condita da elementi spettacolarizzati e ironici, mentre il nudo – mai integrale – e i costumi sfarzosi e studiati apposta per i personaggi interpretati, lasciano trasparire una sensualità creativa, assolutamente scelta e mai mercificata. Il burlesque è quindi e innanzitutto una vera e propria arte che attinge dal teatro, la danza, il circo, la mimica e il trasformismo, mentre l’eros utilizzato è sempre una scelta libera da strutture maliziosamente asservite in favore di terzi. Potrei dirti che anche la sensualità diventa una forma d’arte all’interno degli scenari del burlesque, perché è studiata e strutturata in funzione di un messaggio che va oltre la pura esibizione di un corpo. 

Come è spogliarsi davanti a un pubblico che sai ti guarda anche con occhi e appetiti maliziosi?

Ti dirò: il mio intento non è mai stato rivolto al fine di sedurre le masse. Piuttosto, sono interessata a veicolare la magia e la bellezza, a tratti anche romantica, attraverso la comunicazione artistica del corpo e credo di riuscirci ogni volta perché la risposta che ricevo dal pubblico è sempre di grande rispetto e ammirazione. L’intenzione con cui si comunicano le cose è importante affinché vengano recepite nel modo giusto ed è con questo spirito che vivo e propongo il mio burlesque. Poi ci sta che un occhio mi ammiri con desiderio: è nella natura stessa dello sguardo oltrepassare ciò che vede per condirlo con un po’ di immaginazione.

burlesque roby roger intervistaE come è stato per i tuoi compagni la relazione con una donna che si spoglia davanti a tutti? 

Non sempre felice, devo ammetterlo. Anche perché è stato spesso difficile far capire che io non “mi spoglio” nel senso pruriginoso del termine, ma uso il mio corpo come tramite per diffondere arte, eleganza e bellezza. Siamo anche corpo, non solo mente: perché non poter usare anche questo nella sua naturalezza come una tela bianca su cui dipingere? Ahimè siamo immersi in una cultura patriarcale che fa male a noi donne ma anche agli uomini, perché non consente loro di impossessarsi degli strumenti per liberarsi finalmente da catene pregiudiziali e li lascia in un’eterna insicurezza travestita da potere.

Burlesque, relazioni sentimentali e gelosia nel 2021. Come siamo messi?

Argomento scottante! ^_^ Beh, ho scoperto che la gelosia è ricca di sfumature a prescindere da quello che si fa e ha colori diversi da persona a persona, non c’è burlesque che tenga!

burlesque roby roger intervista

Chi potrebbe essere, secondo la tua esperienza, il compagno ideale di una performer di burlesque? Fermo restando che l’ideale non diventa mai reale e che parliamo di compagno perché tu sei etero.

Alla fine non credo esista un compagno ideale in queste cose. C’è sempre da perdere e da guadagnare qualcosa nelle relazioni. E tuttavia, una persona piuttosto libera da certe sovrastrutture o tare culturali e moralistiche potrebbe certamente viversi meglio il rapporto con una donna che si esibisce in un’arte tanto affascinante e immaginifica come è il burlesque.

Oltre ad essere performer insegni anche il burlesque. Trovi sia un’arte terapeutica per alcune donne e in quali casi?

Assolutamente sì! Intanto frequentare un corso di burlesque mette in relazione donne di diversa età, estrazione, percorsi di vita e background. La cosa è bellissima perchè aiuta ad accrescere la “sorellanza” spesso avvelenata da competizioni e invidie. Se imparassimo noi donne per prime ad avere un sano rapporto di rispetto fra noi, forse il 50% di patriarcato e maschilismo sarebbero sconfitti. In fondo, siamo tutte/i figli di una madre e questa è sempre femmina. Una donna sana e senza pregiudizi nei confronti del genere femminile cresce un uomo sano.
La soddisfazione più grande che ricevo dalle allieve dei corsi di burlesque è vedere l’amicizia e il sostegno saldo e sincero che ne deriva. Imparare a distruggere “Eva contro Eva” è già un passo molto importante. Grazie anche a questo le donne si fidano di più a mostrarsi e a riscoprire la propria sensualità e il proprio talento artistico. Abbiamo visto sbocciare timide fanciulle diventate poi splendide donne ricche di coraggio e autostima.

burlesque roby roger intervista
Ph. Luca Anzani

A proposito: in questo periodo di chiusura di molte attività anche i vostri corsi di burlesque sono sospesi?

I corsi per ora li teniamo on line, ma non hanno mai smesso di essere vivi e pieni di partecipazione. Abbiamo fatto partire un nuovo ciclo di lezioni che si terranno da aprile a giugno. Se qualcuno è incuriosito può scrivermi all’indirizzo email robyroger.b@gmail.com. Importante! I corsi sono aperti anche agli uomini! 😉

Un consiglio da performer di burlesque a chi vuole diventare performer di burlesque?

Vale la pena immergersi in questo mondo eclettico e magico, anche solo per riscoprirsi e giocare con sé stessi. Ma bisogna sapere che per diventare dei professionisti nulla è dato al caso. Non va in scena un corpo vuoto fatto solo di avvenenza esteriore: sul palco portiamo tutto il bagaglio di un percorso serio fatto di studio e volontà, confronto e coraggio, ricerca e apertura.

burlesque roby roger intervista

E chiudiamo con un consiglio da donna che fa burlesque a una donna che vuole fare burlesque

Imparate a portare alla luce la parte più leggera di voi stesse e mescolatela con quella più seria. Bisogna essere autentiche per essere credibili, in scena come nella vita di tutti i giorni.

 

© www.sexwriting.it
Tutti i contenuti editoriali presenti sul sito www.sexwriting.it sono frutto dell’opera di ingegno degli autori e sono protetti dalle leggi nazionali ed internazionali sul copyright. 
È fatto espresso divieto di copiare, riprodurre, modificare, pubblicare o distribuire anche parzialmente i contenuti presenti sul sito.

About the author

Adult copywriter e webwriter, mi occupo di scrittura per il settore Adult & Sex. Scrivo articoli Seo oriented per sex blog, testi ottimizzati per siti di Adult Club, schede prodotto e pagine web per sexy shop. Anche, non solo, soprattutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *