I post del blog

Fare sesso è non farlo. Se e quando non ti va

Fare sesso è non farlo. Se e quando non ti va

Hot Sex

Ne parlavo l’altro giorno in una conversazione in chat, quando mi hanno chiesto che vuol dire per me fare sesso. Fare sesso è non farlo – ho risposto. Una reazione che potrebbe suonare provocatoria, invece è ovvia.

Il problema è che oggi non pare ovvio dire no al sesso consapevolmente, perché così ti va e perché così stai bene. E non è ascetismo. Nemmeno spirito di clausura. Non è neanche fare la preziosa o averci/essere ‘na figa di legno. Si tratta d’altro (a proposito: ci avete rotto con la storia della figa legnosa solo perché non ve la diamo).

Si tratta di imbrattarsi di liquidi corporei quando ne hai voglia. Di glorificare gli istinti con chi li sa ascoltare. Di raggiungere l’uno al di sopra del bene e del male insieme a chi ti sa assecondare. Fare sesso è piacere. Fare sesso è desiderare. Fare sesso è acconsentire. Tutto il resto è noia, cantava il poeta casanova. E se è noia (o fastidio), io dico no.

Fare sesso è piacere

Non so a te, ma a me piace il sesso che piace. E non dirmi: “Ma perché, c’è anche quello che non piace?”. Hai voglia se c’è. Il sesso che non piace è quando lui fa il verso a tutti i porno che ha guardato e poco importa se non ansimi. O quando lui è mezz’ora che ravana col suo gingillo e pare più una prova da sforzo per forsecardiopatici.

fare sesso
Credits: talkabout.makelovenotporn.tv

O quando al secondo 7 so’ finiti i preliminari e al secondo 10 ti chiede se sei venuta. O quando crede che sta rallegrando il tuo germoglio incappucciato e una scarnificazione, in confronto, è l’estasi mistica. Insomma, quand’è così io non ci sto e dico basta va’, meglio ‘na corsa a piedi nudi su un tappeto di spine.

fare sesso
Credits: talkabout.makelovenotporn.tv

 

Fare sesso è desiderare

Non so tu, ma per fare sesso voglio desiderare. Prendi gli incontri che cominciano in una chat. Là la cosa è solo di testa, sai? Messaggini neutri, poi una frase spinta, poi cominci a farti i film da oscar e via: madonna come mi prende questo qui. Se non ti becchi quello ammogliato che gli basta solo la trasgressione in testa senza mai arrivare ai fatti, una bella sera ai fatti pure ci arrivi.

E qui ti giochi un terno al lotto. Perché l’attrazione rovente da chat, messaggini e pure da cam (massì!) potrebbe tramutarsi in travolgente amplesso con doppio carpiato analvaginale (massì!) e tutto il corredo pre e post wowone. Ma potrebbe anche non accadere e lì so’ rogne. Basta annusarsi e il tuo film da oscar finisce fra i B-movie in cassetta, dimenticati in un deposito postindustriale. A quel punto dici no e lui smascella: “Come no?! E l’attrazione, il sexting hardcore, il dirty talking in chat?”. Puf. Sparito tutto. Dici no. No è e no sarà, rassegnati amico.

Perché ok la testa, ok che sei una bomba con la macchina da presa mentale. Ma poi c’è il corpo e pure quello desidera. Anzi, se non desidera il corpo, c’è poco da fare. È stata bella l’illusione mentale, si passi al sodo. E quello è sensuale.

Fare sesso è acconsentirsi

Facciamola un po’ di chiarezza su questo punto. E diciamolo che fare sesso è acconsentire. Anzi, io ‘sto verbo lo trasformo, perché fare sesso è acconsentirsi. Sentirsi insieme in un sì, nel vogliamoci così. Sporchi o immacolati, rozzi o raffinati, estremi o moderati poco importa. Quel che conta è dirsi sì, dall’inizio fino alla fine. A poco o a tutto pure non importa. Importa il sì.

Ed è per questo che fare sesso è non farlo quando è no, non mi va, non mi piace così, non lo voglio così. È per questo che io rivendico il mio no. È per questo che rivendico anche il tuo no. Ci hanno rimpinzato di teorie sul sesso libero, sull’amore libero, sull’emancipazione degli istinti dai costumi repressivi e sull’esaltazione del piacere. Ci hanno rimpinzato, quando la prima libertà è libertà di dire no.

Nota finale 

Sul finale, un’annotazione. Ho detto la mia, parlando in prima persona da donna etero. Ma il no è di tutti: donna, uomo, trans, etero, gay, lesbo, bisex e bla bla bla. Perché il piacere sessuale è singolare e universale. Spetta a tutti di diritto e a ciascuno come gli va. Tu hai mai detto no?

About the author

Adult copywriter e webwriter, mi occupo di scrittura per il settore Adult & Sex. Scrivo articoli Seo oriented per sex blog, testi ottimizzati per siti di Adult Club, schede prodotto e pagine web per sexy shop. Anche, non solo, soprattutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *